Da Sabato 19 Gennaio 2019 a Domenica 17 Febbraio 2019

Mostra Giorgio Florian

GIORGIO FLORIAN
Pordenone 1923 / 2013
Autodidatta, inizia a dipingere nel 1956.

La sua attività inizia quindi con la pittura ad olio, nei due anni successivi produce molte opere compresi numerosi disegni a penna.

Nel 1957 si reca a Venezia per visitare la II^ Biennale dell’Incisione Contemporanea, alla Galleria Bevilacqua La Masa, questa esperienza lo avvicinerà al mondo dell’incisione.

La mostra ripercorre il periodo che va dal 1958, fino alla fine degli anni ‘80, attraverso il quale è possibile leggere con evidenza l’evoluzione della tecnica, dalle prime lastre brutali ed elementari, sino alle ultime, più complete, sicure e piene tecnicamente.

Giorgio Florian lavorava per tantissime ore principalmente serali considerato che lavorava alla Savio, per raggiungere quei risultati che riusciva a “vedere” prima che la lastra fosse terminata e successivamente stampata.

Non sappiamo esattamente quante incisioni abbia prodotto, sicuramente qualche centinaio, di cui, qui in esposizione, tra le più storiche e significative.

I suoi primi successi non tardarono ad arrivare, riuscendo ad essere selezionato e spesso premiato in numerose Manifestazioni Artistiche Nazionali e successivamente anche internazionali.

Nell’arco di una decina d’anni, viene nominato: Membro dell’Accademia di Paestum, Membro dell’Accademia Tiburtina , diventa socio dell’IDIT Associazione Incisori d’Italia.

Le opere esposte sono state gentilmente prestate da: Comune di Pordenone, Fondazione Concordia Sette Pordenone, Civica Raccolta delle Stampe “A.Bertarelli” Museo Sforzesco di Milano, numerosi
amici, parenti e conoscenti.

Informazioni

Comune di Pordenone - Museo

Come arrivare